download
center
BILANCIO
CONSOLIDATO
RELAZIONE E BILANCIO
DI ESERCIZIO
BILANCIO DI
SOSTENIBILITÀ
RAPPORTO
AMBIENTALE

Rapporto ambientale 2013

Le nostre prestazioni ambientali

scroll for more
Messaggio dell’Amministratore Delegato

Nonostante un contesto economico globale ancora incerto, nel 2013 il Gruppo Enel ha continuato a conseguire risultati positivi e apprezzati dal mercato, resi possibili dalla diversificazione tecnologica e geografica, dalle azioni manageriali per ridurre i costi e ottimizzare gli investimenti, dalla crescita del Gruppo nei mercati emergenti e nelle fonti rinnovabili, in particolare in America Latina.

Guardando al futuro, la crescita dei mercati emergenti, la diffusione di nuove tecnologie, la vicinanza a clienti attivi e consapevoli, le nuove politiche energetiche e ambientali contribuiranno in maniera sempre più determinante a delineare le nuove dinamiche nel settore.

In questo contesto, Enel ha saputo cogliere per tempo i cambiamenti in atto, facendo leva sui propri punti di forza: competenze, conoscenze, rigore manageriale, eccellenza tecnologica, trasparenza nelle relazioni con tutti i nostri interlocutori, ascolto e attenzione ai bisogni dei clienti.

Enel ha trovato la strada per la crescita, puntando sull’innovazione e su un processo di internazionalizzazione che l’ha portata in 40 Paesi in 4 continenti, diventando così un attore protagonista dello sviluppo economico e sociale in tutte le comunità in cui è presente. Le tecnologie innovative green, progetti di città e reti intelligenti, soluzioni di efficienza energetica e di servizi a valore aggiunto sono solo alcuni esempi di ciò che abbiamo esportato per servire i nostri clienti dall’Europa alla Russia, al continente americano.

Con il consolidamento internazionale stiamo attuando un grande progetto di integrazione di diverse competenze ed esperienze tecnologiche, gestionali, culturali e sociali. Enel sta consolidando un proprio “modello”, solido nei princípi e duttile nelle applicazioni, adatto a servire le comunità in cui operiamo garantendo ovunque il rispetto delle regole, dell’ambiente e delle persone con cui interagiamo.

Ci proponiamo di diventare un esempio riconosciuto a livello internazionale di buona gestione in tutti i nostri ambiti di attività, e, per questo, un ruolo di primaria rilevanza è quello della politica ambientale.

Stiamo perseguendo l’obiettivo strategico di diffondere l’applicazione di Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) a tutte le attività svolte dal Gruppo. Nel 2012 Enel ha ottenuto la certificazione ISO 14001 di Gruppo. Attualmente i sistemi certificati ISO 14001 coprono il 94% della capacità produttiva netta e oltre il 95% delle reti, mentre sono certificate al 100% le attività della Global Service Function, della Divisione Ingegneria e Ricerca e quelle di mercato svolte in Italia e Romania.

La grande sfida che, come grande utility internazionale, ci vede impegnati in prima linea, è quella del cambiamento climatico.

Sul fronte delle emissioni climalteranti i risultati fin qui ottenuti e gli obiettivi del piano di sviluppo strategico testimoniano il nostro costante impegno.

Oggi oltre il 46% della generazione Enel proviene da fonti a zero emissioni. Nel corso del 2013 il Gruppo ha investito ulteriormente nello sviluppo della capacità di generazione da fonti rinnovabili, incrementando la capacità rinnovabile di circa 940 MW. La presenza nel settore delle rinnovabili ha continuato a consolidarsi grazie a Enel Green Power che, con circa 9.000 MW di potenza installata in 16 Paesi nel mondo e con oltre 29 miliardi di kWh prodotti, rappresenta uno dei principali operatori mondiali, potendo contare su un mix tecnologico ben diversificato e geograficamente distribuito.
Le emissioni complessivamente evitate nel 2013, grazie alla produzione di energia attraverso il parco di produzione a zero emissioni, ammontano a 104 milioni di tonnellate di CO2 equivalente.

Rispetto al 1990, anno di riferimento del Protocollo di Kyoto, le emissioni specifiche di CO2 del Gruppo Enel sono diminuite del 37%. Nel 2013, Enel, grazie a una maggiore produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (+10%), dovuta alla crescita della capacità installata e a un buon livello di idraulicità, ha conseguito una riduzione del 16% rispetto alle emissioni del 2007, allineandosi con anticipo all’obiettivo di riduzione fissato per il 2020.

Il nostro impegno sul fronte della riduzione delle emissioni inquinanti è proseguito nel 2013. Le emissioni specifiche di SO2 e NOx sono diminuite di circa il 7% rispetto al 2012, mentre le emissioni specifiche di polveri, pur diminuendo nei Paesi di maggior presenza, come in Italia (-11%) e Spagna (-14%), hanno registrato un lieve aumento a livello di Gruppo, in ragione del progressivo invecchiamento e della conseguente minore efficienza dei filtri elettrostatici dell’impianto termoelettrico di Reftinskaya in Russia; per questo, l’impianto è attualmente oggetto di lavori di modernizzazione, che porteranno a una diminuzione delle polveri di circa il 50% entro il 2020.

In un contesto di continuo ascolto e confronto con i nostri stakeholder, i nostri investitori etici e gli analisti di sostenibilità, siamo costantemente spinti al miglioramento, verso una gestione della risorsa idrica sempre più consapevole e trasparente.

Al fine di comunicare tali sforzi, Enel è stata la prima utility al mondo ad abbinare al CDP Water (partecipandovi per la prima volta a livello di Gruppo nel 2013) una ulteriore valutazione attraverso Aqua Gauge, un assessment sviluppato da Ceres, un network di investitori internazionali. Recentemente abbiamo aderito anche al “CEO Water Mandate” del Global Compact, un’iniziativa pubblico-privata lanciata dalle Nazioni Unite per assistere le imprese allo sviluppo di politiche sostenibili per la gestione delle risorse idriche. Il consumo complessivo di acqua nel 2013 è stato pari a 189,6 milioni di m3 ed è risultato inferiore a quello del 2012, anche a seguito della diminuzione della produzione termoelettrica.

Tra gli altri obiettivi strategici della politica ambientale di Gruppo, continua il nostro impegno sul tema della gestione ottimale dei rifiuti. Nel 2013 il Gruppo Enel ha attestato al 32% il recupero dei propri rifiuti, cinque punti percentuali in più rispetto al 2012.
Ugualmente, sul fronte della tutela della biodiversità, il Gruppo promuove progetti in tutto il mondo, sia come operatore industriale sia come protagonista attivo della vita sociale. Nel 2013, conclusa la mappatura delle attività a livello di Gruppo, Enel si è dotata di un “Piano di Gruppo per la Biodiversità”, composto da 133 progetti, con un impegno finanziario dal 2011 di circa 21 milioni di euro.

Con il nuovo Piano Industriale 2014-18, Enel ha fissato le priorità strategiche per i prossimi anni, tenendo conto del cambiamento strutturale atteso negli scenari economici e settoriali, e confermando l’orientamento verso uno sviluppo low carbon. Il Gruppo continuerà a investire in nuova capacità installata da fonti rinnovabili per un ammontare cumulato nell’arco di piano di circa 6 miliardi di euro. Continuerà, inoltre, l’impegno nell’innovazione tecnologica, per rendere sempre più efficiente e ambientalmente sostenibile la generazione dell’energia elettrica e per offrire soluzioni innovative per i nostri clienti, dall’efficienza energetica, alla mobilità elettrica e alle smart grid.
Abbiamo grandi opportunità da cogliere in termini di maggior efficienza lungo tutta la filiera energetica, dalla generazione al consumo, e in termini di riduzione degli impatti ambientali, coniugando la fornitura e la diffusione del vettore elettrico con il percorso di decarbonizzazione delle nostre economie e delle nostre società. È un obiettivo che non possiamo mancare, e che ci vedrà impegnati con forza anche nei prossimi anni.

L’Amministratore Delegato
e Direttore Generale
Fulvio Conti

Sintesi dei risultati

1
/
2
capacità installata
netta
oltre 98 GW
Impegno finanziario per
la protezione ambientale
al 31.12.2013
1.142 mln €
Nuova capacità da fonte
rinnovabile installata
nel 2013
941 MW
Generazione che
proviene da fonti a
zero emissioni
47%
Riduzione Emissioni
specifiche di CO2
16%
Investimenti nella
Produzione rinnovabili
14 mln €
attività di formazione su
temi ambientali nel 2013
79.830 ore uomo
Persone dedicate
all’ambiente
454

La Politica ambientale e gli obiettivi

Princípi e obiettivi strategici

Enel considera l’ambiente, la lotta ai cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile fattori strategici nell’esercizio e nello sviluppo delle proprie attività e determinanti per consolidare la propria leadership nei mercati dell’energia.

Obiettivi ambientali

Rispetto ai dati consuntivati nel 2010, Enel si è posta il raggiungimento entro il 2020 dei seguenti obiettivi, che riguardano alcuni degli aspetti ambientali più rilevanti delle attività del Gruppo.

La Politica ambientale e gli obiettivi

Sistemi di gestione ambientale

Obiettivi

La progressiva applicazione di Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) riconosciuti a livello internazionale a tutte le attività svolte dal Gruppo Enel (industriali, di pianificazione, di coordinamento, di servizio, ecc.) costituisce un obiettivo strategico della politica ambientale dell’Azienda.

Articolazione dei Sistemi di Gestione Ambientale

Nel 2012 Enel ha ottenuto la certificazione ISO 14001 di Gruppo. Per il conseguimento di questo obiettivo strategico della politica ambientale è stato definito...

scopri di più

Risultati 2013
 

EN6 EN7 Attualmente i sistemi certificati ISO 14001 coprono il 94% della potenza efficiente netta e oltre il 95% delle reti, mentre sono certificate al 100% le attività...

scopri di più

Attività certificate ISO 14001 e registrate EMAS

ISO 14001
EMAS

Produzione energia elettrica

93.015
MW potenza efficiente netta certificata

94,0%
di copertura

distribuzione energia elettrica

1.777.480
km di rete certificati

95,4%
di copertura

Produzione energia elettrica

31.245
MW potenza efficiente netta registrata

44,4%
di copertura (perimetro UE)

Sistemi di gestione ambientale

Impegno ambientale

Climate Strategy

  • Sviluppo delle fonti a emissioni zero
  • Impiego delle migliori tecnologie esistenti
  • Promozione dell’efficienza energetica
  • Sviluppo delle “smart grid”
  • La ricerca e l’innovazione tecnologica
  • Riduzione delle emissioni

Enel riconosce la centralità della lotta ai cambiamenti climatici tra le proprie responsabilità di grande azienda globale del settore energetico e ha avviato da anni interventi per ridurre le emissioni di gas serra in tutti i Paesi nei quali opera, sia attraverso il rispetto degli obblighi previsti dalla Direttiva ETS (Emissions Trading Scheme), sia attuando una strategia di lungo termine.

Energie rinnovabili

Le energie rinnovabili costituiscono per Enel una delle principali leve strategiche per ridurre le emissioni di CO2 e allo stesso tempo rendere il proprio mix produttivo più competitivo.

Forte è il potenziale di crescita in termini di capacità installata e intensi sono gli sforzi per sviluppare tecnologie sempre più efficaci ed efficienti in grado di essere impiegate in contesti geografici differenti. Enel è impegnata su tutte le principali tecnologie di generazione da fonte rinnovabile a oggi utilizzate e sull’identificazione di tecnologie utili allo sfruttamento di risorse ancora non impiegate, come l’energia del mare.

Città intelligenti

Le competenze e le tecnologie innovative sviluppate dal Gruppo Enel hanno permesso di realizzare, in varie aree del mondo, il concetto di “Smart City”, coniugando in un unico modello urbano tutela dell’ambiente, efficienza energetica e sostenibilità economica. I primi progetti pilota in corso in Italia sono Genova, Bari, Cosenza e L’Aquila.

La tutela della biodiversità

La tutela della biodiversità è un obiettivo strategico della politica ambientale di Enel.

Il Gruppo promuove progetti in tutto il mondo, al fine di sostenere la salvaguardia degli ecosistemi e degli habitat naturali dei diversi territori in cui è presente, sia come operatore industriale sia come protagonista attivo della vita sociale.

Impegno ambientale – leggi tutte le storie

Risultati ambientali

Risultati ambientali

Impegno ambientale

Enel considera l'ambiente, la lotta ai cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile fattori strategici nell'esercizio e nello sviluppo delle proprie attività e determinanti per consolidare la propria leadership nei mercati dell'energia

Indicatori di prestazione - KPI scopri di più
Risorse - Indicatori di prestazione - KPI scopri di più
I processi e i prodotti - Indicatori di prestazione - KPI scopri di più
Le emissioni - Indicatori di prestazione - KPI scopri di più
I reflui - Indicatori di prestazione - KPI scopri di più
I rifiuti - Indicatori di prestazione - KPI scopri di più
Risultati ambientali